Test di dissoluzione e modelli in vitro

La via di somministrazione dei farmaci più diffusa è quella di tipo orale ed i principali fenomeni che avvengono quando un farmaco viene assunto sono la dissoluzione e l’assorbimento. Un farmaco può essere somministrato sotto varie forme, ad esempio come compresse o capsule, come granuli o aggregati, o anche come polvere. Indipendentemente dalla forma di dosaggio, il primo step necessario affinché il farmaco raggiunga il sistema circolatorio è la sua dissoluzione. Nel momento in cui il farmaco viene a contatto con i fluidi biologici, questo si dissolve, creando una soluzione che attraversa il sistema gastrointestinale. L’assorbimento è quel processo attraverso il quale il principio attivo, attraversando la parete intestinale si trasferisce, in parte o totalmente, nel sistema circolatorio, e da questo viene distribuito in tutti gli organi o tessuti.

In vitro

I modelli in vitro sono sviluppati proprio per riprodurre tali fenomeni. Al fine di ottimizzare le prestazioni delle formulazioni farmaceutiche, i test di dissoluzione sono i più indicati per studiare cosa accade a seguito di una somministrazione orale. Infatti, i processi di disintegrazione, disaggregazione e dissoluzione studiati attraverso i test di dissoluzione, dipendono dalla composizione e dal metodo di preparazione della forma di dosaggio e controllano la velocità con la quale il farmaco raggiunge la circolazione sistemica. Quindi i test di dissoluzione in vitro possono fornire informazioni necessarie per formulare forme di dosaggio più efficaci e sono utilizzati dall’industria farmaceutica per caratterizzare le proprietà di dissoluzione delle forme farmaceutiche, per formulare e sviluppare forme di dosaggio.

Leave a Reply

Your email address will not be published.